Quarnero

Quarnero

I contrasti e le differenze sono le caratteristiche principali del Quarnero, regione che si estende dal Monte Maggiore fino al litorale dalmata.

La lunga tradizione del turismo della salute, che ebbe inizio nei tempi dell’Impero Austro-Ungarico, soprattutto grazie alle condizioni climatiche favorevoli e all’accessibilità di questa parte della Croazia, oggi continua con i numerosi centri benessere e di talassoterapia.

 

A questa destinazione ben nota ai campisti non mancano le qualità per un turismo di successo durante tutto l’anno. Ciò si nota su tutto il territorio: dalla riviera di Abbazia, dove il turismo iniziò a svilupparsi, secondo le fonti storiche, verso la metà del 19o secolo, a Fiume, terza città più grande della Croazia e sede della Regione litoraneo-montana, fino alle maggiori isole croate, Veglia e Cherso. Inoltre, sulla mappa turistica sono ben riconoscibili le isole di Lussino e Arbe, ma anche “il cuore verde della Croazia” – il Gorski kotar, il collegamento boscoso-montano della Croazia continentale e mediterranea, con il suo Parco nazionale di Risnjak e Bjelolasica, la vetta più alta. La maggior parte dei campeggi si trova sulle isole, dove si nota l’orientamento ecologico e la diversità biologica del Quarnero. Immersi nel mondo delle piante selvatiche e dei boschi sempreverdi con effetti aromaterapeutici, durante la vostra vacanza sulle isole quarnerine non perdetevi l’opportunità di conoscere il grifone, specie avicola protetta che ci risiede. L’osservazione dei delfini è un’altra attrazione, sul mare, della quale potete godere nelle acque di Lussino, dove questi mammiferi vengono spesso a nuotare, forse in cerca dei deliziosi scampi quarnerini. Questa prelibatezza di color rosso pallido, assieme alla Žlahtina, il vino proveniente dalla zona di Vrbnik, sono alcuni dei simboli dell’enogastronomia quarnerina, dove una posizione importante in classifica spetta anche alle specialità continentali del Gorski kotar, come i funghi, i frutti di bosco e i piatti di selvaggina.

Luka Tabako / TZO Baška
A questa regione si legano gli inizi del turismo croato, ma non solo, poiché il Quarnero è conosciuto anche come la culla dell’alfabetizzazione in lingua croata. Infatti, sull’isola di Veglia, a Jurandvor, nei pressi di Baška, è stata trovata la Lapide di Baška, considerata uno dei monumenti più antichi della lingua croata. Potete imparare l’alfabeto glagolitico, usato sulla lapide, lungo il sentiero dell’alfabeto glagolitico a Baška, una delle iniziative più originali in questa parte della Croazia.

Campeggi

Quarnero

Dove s’incontra il diverso.

Immaginate una vacanza ideale su una costa dalla quale si posso-no facilmente raggiungere mer-avigliose isole assolate, per poi ritornare sulla terraferma e ripo-sarsi sulle alture dei monti.

Quarnero

Dal mare al cielo

Questa regione ricca di contrasti vi porterà in alto nel cielo in solo pochi passi.