Rožata

Rožata

Sebbene non sia ancora chiaro se si tratti di un dolce autoctono della Dalmazia o sia nata a imitazione di alcuni dessert molto popolari e noti come la francese crème brûlée o la spagnola crema catalana, nessuno può negare che la rožata sia sopravvissuta, superando secoli di storia agitata, e sia arrivata dal medioevo tale e quale sino ai nostri giorni non solo in Dalmazia, ma anche nel resto del Paese.

 

La rožata (ma anche rozata o rožada) ha schiere di estimatori in tutto il Paese ed è presente su ogni menù, dalle trattorie di paese ai ristoranti più esclusivi, oltre che sulle tavole di tante abitazioni come degna conclusione di un buon pranzo. Come tanti altri dessert che sono sopravissuti lungo i secoli, tramandati da una generazione all’altra, anche la rožata è una specialità dagli ingredienti semplici e umili.

 

Gli ingredienti principali di questo dolce cremoso e rinfrescante sono il latte, le uova e lo zucchero semolato, mentre il suo specifico aroma lo si deve al rosolio, un pregiatissimo liquore fatto con le rose e chiamato localmente anche rosalin o rozulin, da cui il nome dirožata. Poiché di tratta di una crema fredda e compatta, la rožata è particolarmente amata d’estate, come fresco dessert nelle giornate di gran caldo, e viene utilizzata spesso per presentare la tradizione gastronomica dalmata ai turisti stranieri. A questo proposito ricordiamo che nel 2008 la rožata fu servita a Zagabria come dessert alla cena di gala organizzata in onore del presidente statunitense George W. Bush, allora in visita ufficiale alla Croazia.

 

Vediamo ora cosa dice la sua ricetta. Innanzitutto il latte zuccherato va portato a ebollizione e lasciato raffreddare. Poi vi si aggiungono le uova, la scorza del limone grattugiato e lo zucchero vanigliato. A parte si prepara lo zucchero caramellato che andrà versato delicatamente sulle pareti degli stampi da forno nei quali sarà versato il composto della rožata. Quando il caramello si sarà raffreddato, si procederà a versare il composto della rožata negli stampi da forno. La cottura va fatta a bassa temperatura. Terminata la cottura, la rožata va raffreddata in frigorifero. Prima di servirla, lo stampo va coperto con un piattino e capovolto con un movimento rapido e deciso così da ottenere la classica forma del crème caramel. A questo punto la rožata può essere finalmente servita, non prima d’essere cosparsa di rosolio.