Avventure marine per bambini

Avventure marine per bambini

In barca col sorriso dei bambini: un’esperienza indimenticabile

In barca con i propri figli per il mare più bello del mondo: non male, vero? Navigare per l'Adriatico con la propria famiglia è la vacanza che ogni diportista sogna. Non c'è attività estiva che possa regalare ai bambini tanto divertimento, avventura e allegria come il soggiorno a bordo di una barca. Un’avventura che diventa anche un’occasione per imparare tante cose nuove legate al mondo della nautica, come distinguere le cime e fare i nodi, il nome dei venti e di alcune delle più belle isole croate, oltre a stringere nuove amicizie sia in porto, sia in rada. Tuttavia, nella fase di pianificazione di questa speciale avventura marina, è bene che i genitori abbiano a mente alcuni consigli pratici; dopodiché, non resta che abbandonarsi al piacere e al divertimento!

 

Chi va in barca da più anni sa che una buona pianificazione è fondamentale per la riuscita di ogni impresa. Si pianificano i porti d'approdo o le calette per l'ancoraggio, si riempie la “cambusa” di ogni vettovaglia e si fa l’elenco delle cose che è indispensabile avere in mare aperto. Quando si naviga con i bambini, occorre fare uno sforzo in più per prevedere e, quindi, prevenire tutto ciò che potrebbe capitare in mare. Se è la prima volta che i bambini vi seguono nelle vostre avventure marine, è meglio iniziare gradualmente, ossia con gite di uno o due giorni, affinché si abituino agli spazi stretti di bordo; e mentre loro imparano i “fondamentali” dello stare su una barca, voi capirete se e come sopporteranno il mare e le onde.

 

Iniziare subito con una minicrociera di sette giorni potrebbe rivelarsi una decisione avventata, soprattutto se i vostri figli soffrono di mal di mare. Se non siete abbastanza abili a governare la barca, è meglio affidarsi a uno skipper professionista: a volte, infatti, l’imperizia può rovinare le vacanze! A bordo occorre anche dedicare particolare attenzione alla sicurezza dei bambini, che vanno informati sugli eventuali pericoli (cime, àncora…) e vanno istruiti su come muoversi correttamente sul ponte di coperta. Fate in modo che la vostra barca (o la barca che avete noleggiato) sia dotata della rete di protezione in aggiunta ai parapetti e che i bambini, durante la navigazione, indossino sempre il giubbotto salvagente: per quanto siano abili a nuotare, voi sarete più tranquilli e loro certamente più sicuri. E non fatevi mancare una buona crema solare protettiva, perché la pelle dei bambini è più sensibile di quella degli adulti, oltre a sufficienti quantità di frutta fresca, perché a bordo l’azione combinata del sole, del vento e della salsedine facilita la disidratazione.


A questo punto, non resta che scegliere la rotta del vostro viaggio. In Croazia, le isole sono così vicine l’una all’altra che ogni giorno potrete cambiare destinazione. Durante la navigazione, tenete impegnati i bambini alimentando la loro infinita curiosità e il loro spirito competitivo con divertenti gare legate al mondo della nautica e del mare, come la gara di nodi, la gara a indovinare i punti cardinali o il nome delle isole, la gara ad avvistare gli animali marini, ecc. La vela è uno sport molto dinamico, praticando il quale i bambini possono imparare tante importanti lezioni di vita: il lavoro di squadra, l’importanza di decidere e di assumersi una responsabilità, il rispetto per il mare e per la vita a contatto con la natura.

Aleksandar Gospić

Poi, siccome i bambini si annoiano facilmente, è bene scegliere rotte brevi e porti o punti per l’ancoraggio in cui ci si possa divertire giocando, facendo i bagni e le immersioni, oppure svolgendo tutte quelle attività che rendono l’estate la più bella stagione dell’anno. I vostri “piccoli capitani” ricorderanno la loro prima vera avventura in mare per tutta la vita. Potete scommetterci!

Boris Kačan

Provate l’esperienza di una crociera con tutta la famiglia: la Croazia vi accoglierà con tutta l’ospitalità di cui è capace!