Levante - il guastafeste

Levante - il guastafeste

Il levante è un vento che soffia da est. I lunghi e stretti canali tra le isole croate, solitamente protesi in direzione est - ovest, provocano piccole variazioni che incidono sulla direzione di questo vento. Il levante soffia sia nelle belle giornate di alta pressione, sia quando i campi di bassa pressione portano sulla costa croata tempo umido e nuvoloso. Nel primo caso si tratta di un vento termico che soffia dall’alba a mezzogiorno, quando la terraferma si riscalda e il levante si trasforma pian piano in maestrale. Il levante è più presente nell’Adriatico centrale e meridionale che nell’Adriatico settentrionale.

 

Quando le navi andavano ancora a vela, il levante era sfruttato per superare i canali che separano le isole dalla terraferma e per la consegna delle merci durante le ore del mattino; quando, durante il pomeriggio, il levante diventava maestrale, le navi sfruttavano quest’ultimo per fare ritorno ai loro porti insulari. Oggi questo gioco di venti può essere sfruttato per diporto: basta svegliarsi all’alba! Veleggiare al mattino con questo vento che non raggiunge mai livelli d’intensità eccessiva, può essere un’esperienza molto piacevole. Col levante di poppa, ci si può dirigere verso ovest il che, d’estate, potrebbe rappresentare una piacevole novità.

 

Se il levante, invece di calare d’intensità entro mezzogiorno, acquista forza e il cielo diventa grigio, vuol dire che il tempo sta per volgere al peggio: è ora di cercare un buon riparo per le prossime ore. Il levante, in questo caso, si comporta come lo scirocco, e la sua direzione dipende, in linea di massima, dalla posizione del campo di bassa pressione. Parleremo, in questo caso, di vento di gradiente e non di vento termico. Con l’approssimarsi del ciclone all’Adriatico, il levante diventa “vero” scirocco, oppure può soffiare come una variante della bora detta “bora scura”.

 

La gente di mare, nonostante tutto, considera favorevolmente questo vento costante, la cui intensità non raggiunge mai la forza della tempesta e che sviluppa onde lunghe e regolari, mentre i velisti lo amano perché consente loro di veleggiare in condizioni pressoché ideali.