Sebenico come punto di partenza del paradiso nautico

Sebenico come punto di partenza del paradiso nautico

Dinanzi alla città di Sebenico, che giace sulla foce del fiume Krka, si trovano le vicine isole - Zlarin, Prvić, Kakanj, Kaprije e Žirje sono soltanto le più grandi. Attraccare alle rive di cittadine isolane e una passeggiata di sera nelle calli di pietra sono un'esperienza particolare, mentre i bagni nelle loro numerose baie vi danno la possibilità di stare a contatto diretto con le bellezze del paesaggio marittimo, il che li rende un'ottima scelta per la prima o l'ultima notte sul mare.


Oltre che ad essere vicine, belle e protette dalle condizioni atmosferiche, offrono pure la possibilità di esplorare i contenuti dell'isola, ovvero visitare il museo dell'inventore croato Faust Vrančić a Prvić luka, che è uno dei musei più interessanti delle isole croate.

Ivo Biočina

Però, la partenza da Sebenico offre un'opportunità ideale per visitare uno dei luoghi più protetti in Croazia, il Parco nazionale Krka, per cui numerosi diportisti scelgono di trascorrere la prima sera nella città di Skradin all'entrata del parco. Le celebri cascate create dal fiume Krka prima che si riversi in mare si possono visitare navigando attraverso l'impressionante canyon del fiume e in seguito a bordo della nave del parco nazionale, che parte da Skradin.

Zoran Jelača

La visita alle cascate si combina perfettamente con una tappa a Sebenico, la città più antica di origini croate sulla costa, circondata da quattro fortezze, che vanta la cattedrale di San Giacomo, sotto tutela dell'UNESCO, e un nucleo antico incantevole.

Dopo Sebenico, la rotta di solito prosegue verso Kornati, un altro parco nazionale di bellezza surreale nel cui arcipelago potete di solito trascorrere buona parte delle vostre vacanze. Le isole Kornati sono una calamita per i visitatori, mentre le numerose baie dal mare cristallino si intrecciano con la bellezza del paesaggio. In caso di bel tempo, raccomandiamo di pernottare nelle baie protette del parco nazionale. Le necessità dei diportisti sono state riconosciute ormai da tempo dai ristoranti locali che nelle numerose baie offrono un posto barca sicuro e un'ottima cucina, che sono parte imprescindibile dell'offerta nautica delle Kornati.


Dopo il soggiorno a Kornati segue il ritorno a Sebenico, ma passando attraverso lo stretto di Proversa avete la possibilità di navigare dalla parte settentrionale dell'isola Veliki Kornat, nei pressi dell'isola Žut, il che vi porta in un nuovo bacino marittimo. Il ritorno è gradevole come la partenza, in quanto sulle isole dinanzi a Sebenico potete fare il bagno e scegliere il posto barca più adatto alle vostre esigenze. Se proseguite direttamente verso Sebenico, nel caso di condizioni meteo tranquille vi raccomandiamo di fare il bagno sull'isola Tetovišnjak mali, che si trova a 9 miglia a sud-ovest dall'entrata nel canale di Sebenico. Vanta una bella spiaggia dalla parte meridionale e settentrionale, un'oasi perfetta per godere in mezzo al mare, con la quale “compete” soltanto la popolare baia di Tijaščica che offre un tocco naturale finale a questa rotta piena di contenuti.

Zoran Jelača

La proposta per un giro di sette giorni nell'arcipelago di Sebenico:

  • GIORNO 1: Sebenico – Skradin
  • GIORNO 2: Skradin – Prvić o Zlarin, oppure la baia di Potkućina (isola di Kakanj)
  • GIORNO 3: la baia Potkućina – isola di Ravni Žakan – baia di Lavsa (isola di Lavsa);
  • GIORNO 4: baia di Lavsa – Mali e Veliki Rašip/Mana/baia di Lojena (isola di Levrnaka) – baia di Strižnja (isola di Kornat)
  • GIORNO 5: baia di Strižnja – PP Telašćica - Aci marina Žut (isola di Žut)
  • GIORNO 6: Luka Žut – Žutska Aba (isola di Žut) - Kaprije (isola di Kaprije)
  • GIORNO 7: Kaprije – baia di Remetić (isola di Kaprije)/baia di Medoš (isola di Kaprije)/baia di Tijašćica (isola di Tijat) - Sebenico